Storie di Brand: Converse

Oggi vi vogliamo parlare del brand statunitense Converse che produce scarpe e calzature fin dall’inizio del 1900 fondata da Marquis M. Converse nel 1908 nella cittadina di Malden nel Massachusetts. Si tratta certamente di uno dei brand più famosi al mondo, con più di un secolo di storia alle spalle.

Converse scarpe

La scarpa più famosa e conosciuta dell’azienda è certamente il modello All Star Converse progettata nel 1923 dal famoso giocatore di basket professionista Chuck Taylor che voleva bisogno di un paio di scarpe adatto a migliorare il suo gioco.

Converse All Star

Due americani su tre dichiara di avere avuto o di possedere un paio di Converse All Stars e questo è molto indicativo sulla storia del brand e la sua capacità di emozionare e fidelizzare il proprio target di riferimento.

Negli anni Trenta Taylor disegna il nuovo modello di All Star per le Olimpiadi del 1936: completamente bianca, con le rifiniture in rosso e blu, ricorda la bandiera americana e diventa la scarpa ufficiale dei giochi olimpici, fino al 1968 guadagnando in poco tempo la stessa popolarità del primo modello. E’ in questo periodo che James Dean si fa fotografare indossando dei jeans, una maglietta e un paio di Converse bianche!!

Nel 1923 Charles si guadagna il titolo di ambasciatore del basket e vede il suo nome aggiungersi al marchio con la stella a cinque punte: nasce la Converse Chuck Taylor All Star. La sua attività interna alla Converse è notevole: nel 1922, infatti, propone di creare un annuario ( il “Converse Basketball Yearbook” pubblicato sino al 1983 ) che raccogliesse foto e interviste di giocatori di basket che indossavano le ormai note scarpe, sfruttando l’ annuario come un potente mezzo di pubblicità per l’azienda.

Passa un decennio e nel 1957 arriva sul mercato la nuovissima All Star Low Cut, bassa si propone come alternativa alla classia High Top…ma gli anni Settanta, in concomitanza con il boom economico, danno vita a numerosi altri brand, tra cui quelli che diventeranno poi dei colossi del settore, come Adidas e Nike, che lanciano sul mercato modelli più colorati, comodi e innovativi (con cuscinetti e celle d’aria): molti atleti abbandonano, quindi, le storiche All Stars e iniziando ad indossare questi nuovi modelli. Ma anche in questa occasione, il risvolto per Converse è sorprendente: le “Chucks” diventano da quel momento le scarpe preferite dei ragazzi perché simbolo di una contro cultura nascente.

Anche moltissimi musicisti iniziano a portarle, contribuendo ad incrementare la loro popolarità Comode, dal design unico e poco costose, le All Stars iniziano così una loro seconda Età dell’Oro, fino agli anni ’70 che ne segnano il declino a causa di pessime decisioni aziendali, mancanza di fondi da investire in tecnologia e marketing e forse un po’ di sfortuna…e nel Luglio del 2003 la Converse, dovendosi piegare alla logica del mercato, accetta l’offerta economica della Nike che l’ha acquisita per 305 milioni di dollari. Ad oggi si calcola che siano state vendute più di 800 milioni di Chuck Taylor e che ancora se ne vendano migliaia ogni settimana. E benché siano numerose le alternative immesse sul mercato, nuovi colori, tessuti e modelli (sempre comunque chiaramente riconducibili al modello originale), i modelli white e black restano i preferiti di sempre!

Dagli anni ’90 sono tornate molto popolari, anche grazie alla scelta dell’azienda di produrre numerosissime variazioni sul tema, cambiando colori, materiali e forma delle scarpe originali.

Dal 9 luglio 2003 il marchio Converse è stato acquisito dalla Nike, e le All-Stars sono state rilanciate come fenomeno di moda producendo moltissimi nuovi modelli con colori e disegni di vario tipo…interessante leggere tutta la storia della Coverse.

Dal 2001 il marchio Converse è di proprietà della Nike.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *